Torna la Notte Europea dei Ricercatori e delle ricercatrici e ancora una volta il MArTA partecipa al grande evento che in tutta Europa, dal 2005, promuove in un contesto informale e stimolante la ricerca e la conoscenza delle professioni ad essa dedicate.
Universo e Mondo subatomico, Nanotecnologie, Salute e medicina personalizzata, Agricoltura ed alimentazione, Ambiente e Sostenibilità, Biosfera e Biodiversità, Ricerca, Innovazione, Archeologia, Arte, cultura e creatività sono i temi degli eventi di divulgazione scientifica organizzati quest’anno in Puglia per la “European Researchers’ Night”, venerdì 24 settembre a partire dalle ore 10:00.

Oltre a partecipare in presenza, si potranno seguire gli eventi in diretta streaming tramite il sito/WebTV www.ern-apulia.it dove sono disponibili i programmi dettagliati per le città coinvolte: Lecce, Bari, Brindisi, Foggia, Taranto e Castellana Grotta.

Per l’occasione il sito di ERN-Apulia si trasforma in una webTV con tantissimi contenuti per tutti, tra eventi proposti e video divulgativi. I partecipanti potranno scegliere tra Spettacoli teatrali, Spettacoli scientifici / Exhibits, iniziative di Citizen Science, Esperienze Multisensoriali, Visite a musei, mostre, laboratori e stand di ricerca, Ricerca applicata e prototipi, Esperimenti dal vivo e Giochi scientifici/online, Dibattiti e tavole rotonde, ed una sezione dedicata a Donne e scienza. I partecipanti potranno anche conoscere la storia e la passione di ricercatori e ricercatrici pugliesi e delle loro scoperte, per comprenderne meglio le speranze, i successi e le difficoltà.

Venerdì 24 settembre, dalle ore 14:30 alle ore 24:00, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MArTA propone una fitta serie di appuntamenti che consentiranno al pubblico di conoscere il “dietro le quinte” del Museo, mostrando come i risultati delle attività di ricerca che lo staff scientifico del MArTA ed équipes appartenenti a prestigiose Università italiane e internazionali svolgono sulle sue collezioni si traducano costantemente in occasioni di valorizzazione e pubblica fruizione.

Tutte le attività si svolgono in presenza e sono comprese nel biglietto di ingresso al Museo

Di seguito il programma delle attività:

14:30-15:30, 16:30-17:30

“Una tomba etrusca al MArTA! La ricostruzione del tumulo di Poggio Pelliccia (Vetulonia) dal progetto alla realizzazione”
Dove: Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Chiostro e Sala mostre.
Modalità: in presenza e, dalle 16:30 alle 17:00, in diretta sulla Web TV di ERN-Apulia.

Il Funzionario Archeologo del MArTA Lorenzo Mancini, curatore insieme alla Direttrice del MArTA Eva Degl’Innocenti (con la collaborazione della Direttrice del Museo Civico Archeologico di Vetulonia Simona Rafanelli) della mostra Taras e Vatl. Protagonisti del Mediterraneo a confronto. Archeologia di Vetulonia a Taranto, spiegherà come è nato il progetto scientifico dell’esposizione tarantina inaugurata lo scorso 23 luglio e visitabile fino al 9 gennaio 2022. A seguire l’artista Nicola Genco, erede di uno dei più rappresentativi maestri cartapestai di Putignano, svelerà il complesso lavoro di ricostruzione che ha consentito di riprodurre al MArTA, per la prima volta a scala reale, la camera funeraria e il corridoio di accesso di una monumentale tomba a tumulo del territorio di Vetulonia.

20:00-20:30, 22:30-23:00

“Tesori mai visti”
Dove: Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Sala Incontri.
Modalità: in presenza.
Gratuito previo acquisto del biglietto d’ingresso al Museo
Traduzione simultanea in Lingua dei Segni Italiana (LIS) a cura dell’Ente Nazionale Sordi – ONLUS APS, Sezione Provinciale di Taranto.
Materiali e storie sconosciuti al grande pubblico riemergono dai depositi del Museo Archeologico Nazionale di Taranto e vengono raccontati dal Curatore e Funzionario Archeologo del MArTA Lorenzo Mancini.

20:30-21:30

“Messaggi dal passato: la nascita delle forme d’arte nella preistoria del Salento”
Dimostrazione di archeologia sperimentale a cura di Cristina Lemorini (Laboratorio LTFAPA – Sapienza Università di Roma) e Martina Basile (Laboratorio LTFAPA – Sapienza Università di Roma, Universidad de Valencia).

Dove: Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Secondo Piano, Sala Multimediale.
Modalità: in presenza.

21:30-22:30

“Dall’entroterra al mare: le tracce artistiche di Homo sapiens nella preistoria del Salento”
Conferenza di Daniela Zampetti (Fondazione Sapienza – Sapienza Università di Roma).
Dove: Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Sala Incontri.
Modalità: in presenza e in diretta sulla Web TV di ERN-Apulia.

Traduzione simultanea in Lingua dei Segni Italiana (LIS) a cura dell’Ente Nazionale Sordi – ONLUS APS, Sezione Provinciale di Taranto.
ll gruppo di lavoro della Sapienza Università di Roma e dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, composto da Cristina Lemorini, Martina Basile, Daniela Zampetti e Leopoldo Repola, interverrà sul tema dell’arte mobiliare del Paleolitico superiore della Puglia. Saranno presentati i risultati delle tecniche di documentazione, analisi e riproduzione sperimentale di alcuni manufatti artistici rappresentativi di due siti-chiave: la Grotta delle Veneri di Parabita e Grotta Romanelli presso Castro (Lecce). L’intervento include un video illustrativo delle attività del Laboratorio di Analisi Tecnologiche e Funzionali dei Manufatti Preistorici (LTFAPA) e delle analisi relative allo studio dei reperti artistici, una sessione sperimentale e una conferenza in presenza.

20:30-22:00 | ogni 30 minuti

Visita guidata a “I capolavori del MArTA” a cura del personale di Fruizione, Accoglienza e Vigilanza del Museo Archeologico Nazionale di Taranto.
Durata: 2 ore.
Gratuito previo acquisto del biglietto d’ingresso al Museo

Ingressi speciali ed eventi in programma

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Cookie Policy